Cane in casa: consigli per gestire al meglio gli spazi e dove mettere la cuccia

Una delle frasi che più spesso si sentono, quando si parla di cani, è “se non hai un giardino è impossibile prendere un cane”. Questa però è una visione un po’ troppo radicale della cosa, in quanto tantissime persone riescono ad avere tranquillamente cani in casa, anche qualora si tratti di semplici e piccoli appartamenti. Il tutto sta nel gestire al meglio gli spazi, e in questo modo anche chi non ha uno spazio aperto non dovrà privarsi della gioia di avere con sé un cane.

Tutto è più difficile se non si parte col piede giusto, anche accogliere nella propria dimora un cucciolo di cane. E in questo caso ci si deve preoccupare non solo della gestione degli spazi per il proprio benessere, ma anche per quello del cane stesso che non va mai sottovalutato. Se si pensa di non avere la giusta pazienza e la giusta abilità nel gestire tempi e spazi in favore del nuovo arrivato, bisogna allora chiedersi se sia davvero il caso di prendere un cane o meno.

Se invece si è disposti ad impegnarsi veramente per garantire la felicità del proprio animale da compagnia e di conseguenza la propria, allora è bene leggere qualche consiglio utile per la gestione dello spazio e per capire dove è meglio posizionare la cuccia del nostro amico a quattro zampe.

Dove mettere la cuccia del cane

La prima cosa a cui pensare per far sentire il nuovo arrivato a suo agio è sicuramente la cuccia più adatta. Questa va scelta in modo da garantirgli comfort e sicurezza, che sono fondamentali sia per un cucciolo che per un animale già più cresciuto. 

Bisogna quindi calcolarne bene la grandezza, tenendo conto del fatto che una cuccia troppo grande disperde troppo il calore e una cuccia troppo piccola è invece ovviamente scomoda. Anche il materiale in cui è realizzata è importante, poiché deve essere morbida e calda e allo stesso tempo resistente, in quanto non è da escludere che il nostro amico a quattro zampe possa morderla e graffiarla per gioco.

Oltre a tutto ciò, bisogna chiaramente tenere conto del posto dove andrà posizionata questa cuccia, e quindi adattarne forma e dimensioni e perché no anche l’estetica. La cosa importante è non pensare di dover acquistare una cuccia piccola poiché il cane è ancora cucciolo, dato che si sa che crescerà presto e sarebbe inutile comprare cucce man mano sempre più grandi.

Quindi se si conoscono le dimensioni che il cane raggiungerà da adulto con precisione, si può acquistare direttamente una cuccia che sarà adatta alla sua grandezza finale. Se invece si possiede un meticcio ci si può rivolgere ad un veterinario e farsi consigliare su quale potrebbe essere la sua taglia finale.

Dopodiché si deve valutare dove posizionare la cuccia. Il posto ideale deve essere caldo e asciutto, ma allo stesso modo arieggiato e illuminato, pulito e ordinato per evitare cattivi odori e la formazione di umidità e parassiti, che sono sempre in agguato e mettono a rischio la salute del nostro cane.

Bisogna anche considerare che i cani amano stare con i loro padroni, e quindi non bisogna posizionare la cuccia in un luogo troppo isolato dove il cane potrebbe sentirsi solo e abbandonato. Se anzi vi sembra che il vostro cane abbia già scelto una sua stanza preferita, allora posizionare la cuccia lì è la cosa migliore da fare, in quanto probabilmente è in quella stanza che il cane si sente maggiormente a suo agio e al sicuro.

È importante posizionare sempre la cuccia in modo che ci sia una protezione alle spalle, vale a dire una parete o un armadio, e non metterla al centro della stanza o magari in un corridoio, dove il passaggio di persone potrebbe andare a disturbare il sonno del vostro animale.

Come gestire gli spazi con un cane in casa

Per qualcuno potrà sembrare strano o addirittura assurdo, ma avere un cane in casa comporta prestare attenzione ad una serie di accorgimenti che sono molto simili a quelli che si devono tenere quando si ha un bambino piccolo. Bisogna infatti stare attenti alle prese di corrente e ai fili, in quanto molto spesso i cani potrebbero avere la tentazione di morderli e prendere la scossa. Coprirli o nasconderli alla vista è la soluzione migliore.

Non bisogna inoltre tenere a portata di mano, o meglio di zampa, flaconi contenenti sostanze tossiche che il cane potrebbe ingerire, evitare di esporre troppi oggetti fragili o piante velenose. Qui si deve porre particolare attenzione, poiché ci sono piante che sono comunemente considerate innocue e che invece sono particolarmente dannose per gli animali, dunque è sempre bene informarsi approfonditamente a riguardo.

Per quanto riguarda il posizionamento delle ciotole, anche queste devono avere un luogo ben preciso e delimitato. È infatti importante educare il cane a mangiare il suo cibo in un osto e in un momento preciso della giornata, in modo tale che non sia tentato a mangiare il cibo del padrone che spesso può anche fargli male. Le ciotole possono essere poste ad esempio in cucina, dove non disturbano nessuno e dove il cane può cibarsi e abbeverarsi liberamente.

Per fare riferimento invece all’educazione del cane a rispettare gli spazi del padrone bisogna fare subito una precisazione: alcuni limiti e regole vanno imposte fin da subito, altrimenti sarà molto più difficile farle rispettare quando il cane sarà ormai cresciuto. Se quindi non si vuole che il cane salga sul divano o sul letto, o che non acceda a determinate aree della casa, bisogna educarlo in questo senso fin da quando è un cucciolo, senza lasciarsi intenerire troppo dal suo dolce aspetto.

Ovviamente questa educazione va impartita con metodologie precise e senza mai usare la violenza o stressare troppo il cane, bensì premiandolo quando ubbidisce e capisce cosa fare e come comportarsi. Ci sono inoltre degli accessori molto utili per la casa, come ad esempio dei cancelletti installabili in determinate zone, che permettono di delimitare determinati ambienti e di evitare dunque che il cane visi rechi. Chiaramente questi dispositivi vanno acquistati delle dimensioni giuste, per evitare che il cane li scavalchi facilmente o li distrugga, impossessandosi così di qualsiasi area della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *