Le migliori racchette da paddle: ecco come sceglierle

Impazza il paddle tra giovani e non, un mix tra il tennis e lo squash che si può praticare sia in campi all’aperto che indoor. Si tratta di uno sport molto semplice a cui possono avvicinarsi tutti in uno spazio di piccole dimensioni. Nasce negli anni Settanta in Messico per caso, grazie a Enrique Corcuera che vuole creare uno spazio nella sua casa dove costruire un campo da tennis. Decide, così, di delineare una piccola area attraverso alcune murature e con delle reti metalliche per bloccare la palle ed evitare l’uscita dal campo. Voilà, il paddle. Nel giro di poco tempo, il gioco riesce a oltrepassare i confini messicani per diffondersi in Argentina e in Brasile.

Negli ultimi anni, in Europa è diventato un must del tempo libero. In Italia, la prima Federazione Italiana Gioco Paddle nasce nel 1991 attraverso il sostegno di molti appassionati che desiderano promuovere questo sport anche nel Belpaese. Nel 2008 ottiene il riconoscimento definitivo del Comitato Olimpico che lo include nella Federazione Italiana Tennis. Ma come si gioca? In coppia e per un totale di 4 persone. Come già anticipato, a differenza del tennis, i 4 lati del terreno sono circoscritti da pareti che permettono alla pallina di rimbalzare in modo regolare. Se nel tennis poi, il servizio avviene dall’alto; nel paddle, invece, avviene dal basso dopo un rimbalzo iniziale della palla a cui segue il colpo con la racchetta. Entrambi i giocatori di un team non possono battere contemporaneamente la palla e non possono colpirla più di una volta nella risposta. Se la palla finisce addosso all’avversario si commette fallo, poiché questa può sfiorare solo la racchetta, il campo e le pareti. Il meccanismo di assegnazione dei set, dei game e dei punti è uguale a quello del tennis.

Paddle, gioco di tendenza degli ultimi anni: come scegliere la racchetta ideale

Che tu sia un talento indiscusso del paddle o un giocatore ai primi tentativi, poco importa. Quello che è fondamentale, è saper distinguere le differenze principali tra le varie racchette. Ogni racchetta detiene un peso specifico, una forma precisa e un materiale diverso. Innanzitutto, occorre sapere che esistono 3 modelli per quanto riguarda la forma:

rotonda, è quella consigliabile ai novellini, perché ha un bilanciamento verso il manico e consente, pertanto, di avere una presa migliore e una gestione maggiore nei colpi. E’ preferita, tuttavia, anche da molti giocatori professionisti, poiché permette una maggiore stabilità.

A goccia, in gergo è definita così, ma nel linguaggio tecnico assume il nome di Teardrop. Possiede un ottimo bilanciamento tra potenza e controllo. In tal senso, è la soluzione ideale per un livello di gioco intermedio.

A diamante, è la scelta più consona per i più bravi, i senior per intenderci che riescono ad avere una controllo totale della stessa. La peculiarità è la forte potenza nei colpi che riesce a regalare grazie al bilanciamento spostato verso l’alto; dall’altra parte, però, il controllo è difficile ed è per questo che solo i professionisti possono pensare di comprarla.

Quanto al peso, all’incirca il peso ideale per un uomo dovrebbe oscillare dai 370 ai 385 grammi; mentre per una donna dai 355 ai 370 grammi. Altra questione alla quale prestare attenzione è il grip cioè l’impugnatura del manico, difatti, un giocatore dovrà cambiarlo spesso per avere un’impugnatura ottimale. Spieghiamo meglio: se si aggiunge un overgrip sul manico, il bilanciamento si avvicinerà verso il manico, al contrario togliendone un po’, il pesò sarà maggiore ma solo nella parte superiore della racchetta. Se, ad esempio, le mani sudano molto, è consigliabile un grip o overgrip di cotone oppure si può optare per un materiale più gommoso capace di generare attrito e con un qualità superiore.

Le migliori racchette da paddle: vediamo qualche modello

Head Ultimate Power 2 Yellow/Orange: questa racchetta si distingue per il suo ampio punto dolce, con un ottimo controllo e un’ottima resa della palla. E’ ideale per qualsiasi livello di gioco e presenta un telaio in carbonio al 100%. Ha pure un telaio più flessibile e tollerante che include una protezione integrata.

Head Flash Gr Bl: una racchetta leggera e facile con cui giocare, con un telaio flessibile e una protezione integrata. La gomma morbida conferisce più resistenza e riduce le vibrazioni.

Royal Padel RP M”: è una racchetta da paddle maneggevole e ben bilanciata, pensata per esperti e per evitare il rischio di lesioni articolari.

Xenon Padel: è una racchetta a forma di goccia con un grande punto dolce. Il telaio è in carbonio ed è rinforzato per una maggiore potenza e meno vibrazioni. Si tratta di un’edizione esclusiva con un’estetica accattivante in finitura lucida che mischia nero e giallo fluo.

Bullpadel X-Compact: ottimo rapporto qualità-prezzo. Costa, infatti, meno di 70 euro. Il design è elegante ed è adatta per giocatori di livello medio che riescono ad avere un buon controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *