Materasso antidecubito: guida alla scelta del migliore, classifica, opinioni e prezzo

I materassi antidecubito sono dispositivi medici sviluppati per pazienti costretti a stare per lunghi periodi in posizioni di arresto a causa di patologie e problemi di natura fisica. Nella fattispecie, il materasso antidecubito serve per curare o prevenire la formazione di piaghe o lesioni cutanee, causate dalle zone di appoggio.

Dunque quale materasso scegliere e con quali caratteristiche per assicurare un riposo sano al paziente allettato? L’obiettivo del dispositivo antidecubito è quello di agire su più livelli: agevolare la traspirazione e la dispersione del calore, mantenere la postura corretta della colonna vertebrale e diminuire la pressione di contatto tra corpo e materasso, responsabile che favorisce, ahimè, la lacerazione della pelle.

In commercio se ne trovano diversi tipi, ma le 2 macro-categorie più diffuse sono rappresentate da quelli a pressione alternata e ad aria. A loro volta questi si suddividono a seconda delle condizioni del malato. I modelli ad aria sono considerati oggi i migliori e di conseguenza quelli più approvati dagli acquirenti. I materassi antidecubito si suddividono anche per il tipo di sistema: attivo e passivo. Vediamo di comprendere il significato per una scelta più coscienziosa.

Materassi antidecubito: il modello attivo

I materassi attivi antidecubito rappresentano la soluzione più consona per contrastare la formazione di ulcere da pressione. Grazie a un sistema di alternanza dinamica di pressione, si ottiene una riduzione notevole di questa nei tessuti del malato con un’adeguata perfusione. Tale dispositivo è indicato nella cura di pazienti immobili o non coscienti. Accade che, attraverso un particolare meccanismo, si possono gonfiare e sgonfiare diverse zone, in modo tale da distribuire il peso in maniera omogenea. Stimola, inoltre, la circolazione, effettuando una sorta di massaggio al paziente disteso.

Materassi antidecubito: il modello passivo

I materassi passivi, al contrario, si affidano all’aumento della superficie disponibile. Più è estesa, minore è la pressione sul tessuto. Ogni materasso è progettato per distribuire il peso del malato in un’area ampia, così da ridurre la pressione e ciò avviene attraverso speciali cuscinetti sensori.

Materassi antidecubito: guida all’acquisto

Vediamo a quali modelli affidarsi sul mercato.

  • Materasso antidecubito Gel Memory Foam ad alta densità – OnNuvo: questo materasso è ergonomico, ortopedico e antidecubito. E’ prodotto in Italia e certificato da Ergocert. Il prodotto è specifico per l’alta densità (50-55 kg/m3) e per essere composto da 3 diversi strati di alta qualità, che assicurano un maggior comfort, qualità e mantenimento delle prestazioni nel tempo. In questo modi si evitano avvallamenti e deformazioni. Gli strati del materasso si adeguano alla forma del corpo e tutelano la colonna vertebrale da qualsiasi pressione. Si tratta di un materasso adatto a qualsiasi corporatura. E’ poi termoregolatore ed è in grado di regalare una piacevole sensazione al corpo in tutte le stagioni. Viene spedito sottovuoto e arrotolato. E’ facile da trasportare e risponde ad alti standard igienici. Costo: 369, 99
  • Materasso antidecubito a pressione alternata con compressore Mobi3 – Mobiclinic: questo materasso antidecubito è realizzato con celle ad aria ed è pensato per prevenire piaghe e ulcere da decubito in pazienti con un rischio molto alto. Le celle del materasso sono 17 e si gonfiano e si sgonfiano in cicli a pressione alternata, a intervalli regolati di 10 o 12 minuti, offrendo sollievo a soggetti immobilizzati. La pressione alternata delle celle serve a cambiare con frequenza i punti di contatto tra il corpo del paziente e il letto; in questo modo si stimola la circolazione sanguigna, prevenendo le ulcere e favorendone la guarigione. Può sopportare fino a 190 kg di peso. Costo: 298,95
  • Materasso antidecubito con copertura polyfilm – Wimed: questo materasso è consigliato a pazienti a basso rischio di piaghe da decubito. E’ un materasso a sezione unica, con bordi laterali di sostegno, utili perché consentono di muovere il paziente spesso e, allo stesso tempo, permettono la stabilità del materasso. Regge fino a 130 kg. Il materasso è sottovuoto, quindi, una volta aperta la confezione è necessario lasciare il materasso all’aria per alcune ore affinché prenda la forma normale. Costo: 145,00 euro
  • Materasso antidecubito con compressore a pressione alternata – Marnur: il suo funzionamento si basa su un flusso d’aria che circola continuamente. Si genera, dunque, quel sollievo e quella traspirazione che servono a evitare il formarsi delle piaghe da decubito. Il materasso è adatto sia a persone bloccate in casa che a soggetti costretti a stare in strutture sanitarie. La pompa ad aria del materasso avvia un ciclo di gonfiaggio e sgonfiaggio circa ogni 6 minuti; è a forma di gancio e può essere installata su tutti i letti di dimensioni standard. Costo: 89,99

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *