Parasole per parabrezza: come sceglierlo in base a dimensioni, caratteristiche e prezzo

Quando l’estate esplode, per cercare di ripararsi dal caldo, non c’è altra soluzione che munirsi di un parasole per parabrezza da apporre sull’auto. Questo perché la nostra automobile spesso raggiunge temperature insopportabili. Tra le soluzioni più immediate, c’è appunto il parasole che si rivela economico e semplice da usare e che aiuta a limitare ore e ore di disagio provocate da un parcheggio al sole. L’importante è ricordarsene, perché spesso, nonostante sia in macchina, si dimentica di utilizzarlo.

Parasole per parabrezza: come sceglierlo

Vi siete mai chiesti perché un auto raggiunge temperature di fuoco? Perché il calore entra e rimane imprigionato all’interno dei vetri. Gli ultimi parabrezza sono costruiti in doppio strato di vetro laminato, e in mezzo hanno una sottile pellicola di plastica che riesce a evitare il rompersi del vetro in caso di urto. Tale pellicola, insieme al vetro, rifiuta circa l’80 % dei raggi UVA provenienti dall’atmosfera, ma il restante 20% che resta imprigionato nell’abitacolo, è sufficiente a renderlo simile a un forno.

L’energia calorica che si forma nell’auto provoca afa, motivo per cui chi non ha provveduto a riparare l’interno della macchina dalla canicola, si trova costretto a subire quel lasso di tempo fra l’avviamento del motore e l’attivazione del climatizzatore a velocità massima.

Il parasole è un oggetto leggero e utilissimo durante la stagione torrida. Può essere di diverse forme e dimensioni e personalizzato con stampe per adulti e piccini. Il parasole riflettente è molto semplice da trovare sul mercato, ha un costo irrisorio di circa 5/10 euro e si può trovare in diversi colori. Di solito è dotato di ventose che lo tengono fisso sul parabrezza. Quando non viene usato, si richiude su stesso ed è bloccato da pratici elastici. Si manovra facilmente anche grazie all’asola superiore per lo specchietto che ne semplifica l’applicazione.

Più economico è il modello di cartone che occupa ancora meno spazio, permettendo di inserirlo nella tasca laterale dello sportello quando non serve, anche se sempre a portata di mano. Se si acquista poi il tipo argentato, si può contare su un materiale più protettivo. Il più delle volte viene offerto in omaggio dalle officine ai clienti. Ma a necessitare di una protezione sono anche i comandi dell’auto, perché le temperature più alte potrebbero danneggiare ogni parte della macchina. Se, dunque, dovete lasciare la macchina al sole per molte ore, è consigliabile anche posizionare il parasole sul cruscotto al fine di evitare un danneggiamento dovuto al surriscaldamento.

Nella scelta da fare, bisogna in primis distinguere tra modelli con ventose e modelli senza ventose. I primi, più comuni, sono generalmente dati in dotazione con 2 ventose, anche se nei negozi è possibile anche trovare tipologie a tendina con 1 sola ventosa in alto e un piccolo gancio in basso. Di solito utilizzati per tutelare i bambini. Questo tipo garantisce stabilità, perché le ventose si staccano veramente dopo molto tempo, in genere in seguito a un utilizzo prolungato. Dall’altra parte, c’è la possibilità che possano lasciare segni sui vetri.

Per quanto concerne, invece, quelli senza ventose, i più immediati sono sicuramente quelli a fisarmonica che, una volta piegati, occupano uno spazio molto ridotto. Hanno un prezzo molto economico e, tuttavia, non si possono definire i migliori quanto a efficacia.

Parasole per parabrezza: guida all’acquisto

MFeir Disney Car Black: è il parasole più venduto perché è simpatico e funzionale, un’alternativa economica ai parasoli più costosi. E’ composto da cartone plastificato a doppio strato per offrire una maggior durata con un rivestimento che protegge dai raggi UV. E’ dotato di cinghie in velcro per conservarlo in maniera pratica e sicura. Costo: 13,99 euro.

JellyBabababy: il doppio strato di tessuto protegge l’interno dell’auto da sguardi indiscreti. Interessante è il sistema di fissaggio: non sono necessarie ventose o laccetti, è sufficiente infilarli nella portiera che può anche essere abbassata. Costo: 16,99 euro

Lampa Tendine Privacy: è un produttore italiano e ha venduto tanti set di tendine adatte a ogni modello di auto. Sono realizzate su misura e si adattano perfettamente al finestrino. Sono facili da montare e in aggiunta è prevista una custodia per conservarli con facilità. Costo: 107, 09 euro

Outback Parasole Autoparabrezza australiano: è stato ideato per il caldo estremo del deserto australiano. E’ perfetto per le città afose e per il sole più torrido. E’ un prodotto realizzato con un materiale studiato per riflettere il sole e tenere lontani i raggi UV. E’ in grado di ridurre di molto la temperatura all’interno dell’abitacolo. La parte argentata va posizionata esternamente, quella nera rimane all’interno. Costo: 14,90

Aodoor: è un parasole formato da 2 cerchi in metallo flessibile ricoperti da materiale plastico che s’incastra tra i bordi del parabrezza, senza dover utilizzare lacci o ventose. La parte anteriore è argentata per riflettere i raggi del sole, quella interna è nera, per filtrare meno la luce all’interno dell’abitacolo. Facile da installare e allo stesso tempo da chiudere, è un prodotto molto apprezzato dagli utenti. Costo: 14,99

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.